Alla scoperta delle onicopatie

Le onicopatie sono patologie molte diffuse che colpiscono le unghie. Queste con il tempo ne possono causare la loro alterazione o addirittura la perdita delle stesse. A loro volta si distinguono in diverse patologie a seconda dei sintomi manifestati dal soggetto che ne soffre. Vediamo insieme cosa sono e come si manifestano.

Le diverse alterazioni

Le onicopatie sono delle alterazioni che spesso portano addirittura alla caduta delle unghie. Queste a loro volta si manifestano in diversi modi tanto che si parla di diverse sintomatologie dell’onicopatia. Tra le onicopatie più diffuse e curate troviamo: paronichia, onicolisi, onicogrifosi, onicomicosi e onicocriptosi. Le prime sono quelle più comuni e si manifestano attraverso una lacerazione provocata da batteri e da funghi. I sintomi che la caratterizzano sono area dolorosa, rossa e gonfia attorno all’unghia, accompagnata da lentiggini o altre lesioni. Ci possono essere bolle piene di pus, in particolare con un’infezione batterica. Quelle onicolosi invece non sono altro che il distacco della lamina (l’unghia) dal letto, ovvero dalla sua normale posizione. Inizialmente non da alcun fastidio al soggetto fino a quando il distacco non aumenta e raggiunge la parte denominata lunula che può far cadere l’intera lamina dal dito.
Poi abbiamo l’onicogrifosi che può portare un dolore localizzato a livello dell’unghia dovuto dal contatto con la calzatura. Questa è una particolare forma delle unghie, dove si presentano ipertrofiche spesse e ricurve.

L’onicomicosi e onicogriposi

L’onicomicosi è un’infezione legata ai funghi che colpiscono la lamina dell’unghia. In alcuni casi anche alcune muffe e la candida possono essere le cause scatenanti dell’onicomicosi. Si può manifestare in diversi modi come ad esempio in modo totale quando interessa l’intera unghia, subungueale prossimale che interessa la zona sottostante all’unghia e superficiale bianca: la superficie dell’unghia è biancastra.In ultimo abbiamo l’onicogriposi, la comune unghia incarnita. Questo dipende dal fatto che uno sperone, un frammento ungueale, una porzione dentellata dell’unghia, o l’unghia stessa, perfora e penetra nel tessuto sottocutaneo. Può dipendere da vari fattori quali il taglio sbagliato dell’unghia, iperpressione delle calzature, errata deambulazione e altri vari fattori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *